Vision

Strategy_vision 3

Con la caduta dei vincoli che limitavano la libera circolazione di persone, beni e servizi, dopo Schengen un numero crescente di Piccole e medie Imprese dell’area confinaria ha iniziato ad operare in ambito transfrontaliero.

Le possibilità offerte dalla nuova situazione e una domanda caratterizzata da una popolazione sempre più dinamica, attenta alla qualità, che attraversa agevolmente quello che un tempo era un confine in base a scelte di lavoro, vita, convenienza, hanno creato una nuova situazione anche per le imprese che a queste persone offrono beni e servizi.

L’imprenditore attento e al passo coi tempi presta attenzione a questo tipo di cambiamenti e li segue riconoscendovi opportunità di mercato, investimento e crescita.
Si muove così – sia egli italiano o sloveno – transfrontieralmente seguendo le opportunità che si presentano indifferentemente in Italia o in Slovenia.

Per poter svolgere al meglio il suo lavoro ha bisogno di operare nelle migliori condizioni possibili, a partire dagli espletamenti normativi che, nonostante i tentativi dell’Unione Europea per armonizzare e liberalizzare il mercato interno di tutti gli stati membri, soffrono ancora di differenze tra Stato e Stato.

Il progetto “Transarmon” intende contribuire alla rimozione di queste problematiche tra Italia e Slovenia, fornendo alle Imprese transfrontaliere dei due paesi modalità di conoscenza dell’evoluzione normativa verso la loro armonizzazione, mettendole in grado di poter operare con maggiore facilità e agevolezza nell’area confinaria.

Il progetto utilizza lo strumento della conoscenza, dello scoprire, dell’imparare ed approfondire argomenti che sembrano limitati al campo d’azione dei giuristi, ma che, in realtà, incidono direttamente sulla vita quotidiana.

Il progetto offre dunque una maggiore e migliore conoscenza del settore imprenditoriale transfrontaliero, mettendo a disposizione delle Piccole e Medie Aziende il know-how necessario ad operare in sicurezza nell’area transfrontaliera.